Il Bitcoin cos’è?

0
531

I Bitcoin cosa sono?

Hanno creato non poco scalpore, molto persone ci hanno guadagnato milioni investendoci su, il 2017 è stato l’anno della consacrazione: stiamo parlando dei Bitcoin

 

Il Bitcoin cos’è realmente ?

Facciamo un pò di chiarezza

Sfatiamo subito un tabù: il bitcoin è una moneta che NON viene creata NE’ controllata da nessuna Banca Centrale.(il chè implica un rischio di Inflazione quasi inesistente). E’ un sistema autogestito dalla blockchain.

Il tutto soggetto alle regole pubblicate da “Satoshi Nakamoto” (pseudonimo a cui si attribuisce la creazione del Bitcoin, la cui identità tra l’altro è tutt’ora un mistero), dove tutti partecipano.

Il vantaggio di questo sistema, è che impedisce il controllo da parte di un singolo, come accade con le Banche. La più grande innovazione del  BTC  è proprio questa, un sistema non governato da nessuno.

Quando è stato creato?

Questa pseudo-moneta, che chiameremo criptovaluta, nasce nel 2009, ed è frutto di un software, alle spalle infatti c’è un mondo inesplorato ancora per tanti, quello della blockchain.

Le transazioni di Bitcoin sfruttano la crittografia, cioè, sono dei veri e propri messaggi offuscati che possono essere resi leggibili solo tramite una chiave.

Perche abbiamo difficoltà a comprendere che cos’è e come funziona il Bitcoin?

La risposta a questa domanda è molto semplice, proveniamo da una concezione mentale del materiale, di una moneta fisica.Immaginiamo 1 moneta che può essere ad esempio l’euro, per una bottiglia di latte, mille monete (o mille euro) per il nuovo iphone, e cosi via…

Proprio non riusciamo a comprendere come una criptovaluta, possa sostituire una moneta fisica, e come lo stia già facendo.Il BTC ha circa 300 miliardi di capitalizzazione, numeri da far venire l’acquolina anche alla banca più potente del mondo…

Come ha fatto a diffondersi così tanto il Bitcoin nel 2017?

Tutto è iniziato ad inizio 2017, quando valeva ancora 600 euro, la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato veder scavalcare il valore dei 2 mila dollari a Luglio e ad Agosto raddoppiare (a 4 mila) i suoi numeri già mostruosi.La notizia si è diffusa a macchia d’olio, anche perché molte persone sono diventate milionarie…

 

Quali sono le caratteristiche principali del Bitcoin?

 

Per semplicità proviamo a scomporlo in due parti:

La prima parte, il token, che nient’altro è, che un pezzo di codice che rappresenta un concetto digitale, lo si può vedere proprio come un IOU digitale, o meglio, virtuale. D’altra parte, si ha il protocollo, una distribuzione su rete registra i saldi del token(nella blockchain). In entrambe le parti si parla di Bitcoin.

La caratteristica più importante del Bitcoin è che è una moneta decentralizzata non controllata da nessuno.Nessuno ha il pieno controllo su di essa. È gestito essenzialmente da una rete aperta.Proprio questo concetto, attrae gli individui che sono stanchi delle banche o delle istituzioni governative, che hanno il pieno controllo dell’economia globale.

Le transazioni vengono gestite da una rete distribuita e aperta, che non appartiene in pratica a nessuno.

Le valute Fiat (dollari, euro, yen, ecc.) hanno un’offerta illimitata della propria moneta e possono provare a manipolare il valore di una singola valuta rispetto ad altre a proprio piacimento.

Con i bitcoin, d’altra parte, l’offerta è strettamente controllata dall’algoritmo che lavora con il sistema blockchain.L’unica cosa che può far variare il valore di un Bitcoin, è il concetto che sta alla base di domanda e offerta.Se la domanda aumenta e l’offerta rimane la stessa, il valore del Bitcoin di conseguenza aumenterà.

La community del bitcoin in teoria opera in semi-anonimato.Quando viene inviata una richiesta, il protocollo controlla le transazioni precedenti per confermare che il mittente ha la somma necessaria.Una volta superato il primo step controlla se ha l’autorità per inviarli. Però il sistema non ha bisogno di conoscere l’identità dell’utente.

In pratica, ogni utente viene identificato grazie all’indirizzo associato al proprio wallet (portafoglio di criptovalute)

Da cosa dipende il prezzo del Bitcoin?

Come detto anche in un altra occasione all’interno dell’articolo, ciò che regolamenta il prezzo di un Bitcoin è la domanda e offerta, che è disponibile sul mercato.

Infatti in relazione a questa cosa, il prezzo del Bitcoin non è identico su tutti i portali.

Su alcuni potrebbe essere leggermente inferiore e su altri superiore.Dipende appunto su quel determinato portale la domanda e l’offerta che risultato hanno.

Se siete interessati ad acquistarne qualcuno vi rimandiamo a quest’altro articolo, dove spieghiamo come poter effettuare acquisti di criptovalute 😉

Perche non è vero che il Bitcoin non è per nulla tracciabile?

Resta di fatto che ogni transazione è visibile a tutta la rete, ogni transazione viene salvata nel libro mastro.

Ciò rende il BTC non ideale per terroristi, criminali o chi altro voglia riciclare denaro, anche se la fama della criptovaluta che sta in testa a coinmarketcap, fa pensare altro.

A differenza delle transazioni elettroniche tradizionali,  le transazioni Bitcoin non possono essere invertite.

Le transazione vengono registratate sulla rete, e sono praticamente impossibili da modificare, ciò rendono il Bitcoin e la sua rete immutabile e non hackerabile.

Sono legali i Bitcoin?

Nel mondo non esistono regole che ne vietano l’utilizzo, quindi si possono fare tranquillamente transazioni e acquistarne una parte.

(sempre se non volete comprarne uno intero e spendere circa 10 mila dollari :D).

Curiosità sul Bitcoin

Avete mai sentito parlare del Satoshi?

No, non è assolutamente una pietanza giapponese, ne tantomeno una bontà culinaria Cinese, bensì la 10 alla meno 8 parte di BTC (oltre ad essere il nome dell’ipotetico creatore).

Teoricamente, il Satoshi dovrebbe consentire di effettuare le cosiddette microtransazioni, praticamente proprio quello che una moneta elettronica tradizionale non può fare.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here